dicembre 2018
JOSE' GONZALES
González è nato a Göteborg, da genitori argentini, nel 1978. Nel 2003, ha pubblicato in Svezia Veneer, suo primo album.
L'album è successivamente uscito In Inghilterra il 25 aprile 2005, e negli Stati Uniti il 6 settembre 2005.

Il secondo album, In Our Nature, è uscito nel settembre 2007.
Il suo suono è scandito dalle leggere melodie, eseguite principalmente dalla sola chitarra classica. Il suo lavoro, per lo più originale, include cover acustiche di: Heartbeats dei The Knife (suoi amici svedesi), Love Will Tear Us Apart dei Joy Division, Born in the U.S.A. e The Ghost of Tom Joad di Bruce Springsteen, Hand On Your Heart di Kylie Minogue, e Teardrop dei Massive Attack.



Heartbeats (Knife)

One night to be confused
One night to speed up truth
We had a promise paid
Four hands and then away

Both under influence
We had a divine sense
To know what to say
Mind is a razor blade

To call for hands of above
To lean on
Wouldn't be good enough
For me, no

One night of magic rush
The start a simple touch
One night to push and scream
And then relief

Ten days of perfect tunes
The colors red and blue
We had a promise made
We were in love
To call for hands of above
To lean on
Wouldn't be good enough
For me, no

To call for hands of above
To lean on
Wouldn't be good enough

And you...
You knew the hand of the devil
And you...
Kept us awake with wolves teeth

Sharing different heartbeats
In one night
To call for hands of above
To lean on
Wouldn't be good enough
For me, no
To call for hands of above
To lean on
Wouldn't be good enough


Battiti del cuore.

Una notte, per confonderci.
Una notte, per velocizzare la verità.
Ci eravamo fatti una promessa:
Quattro mani e via.

Entrambi sotto qualcosa;
Il nostro profumo, divino.
Sapere cosa dire;
La mente, un rasoio.

Chiamare mani dall'alto
Su cui appoggiarsi
Non sarebbe abbastanza,
Per me.

Una notte di magica fretta,
L’inizio di un semplice tocco.
Una notte per spingerci e gridare,
E poi il sollievo.

Dieci giorni di canzoni perfette,
Due colori: rosso e blu.
Ci eravamo fatti una promessa,
Ci amavamo.
Chiamare mani dall'alto
Su cui appoggiarsi
Non sarebbe abbastanza,
Per me.

Chiamare mani dall'alto
Su cui appoggiarsi
Non sarebbe abbastanza.

E tu,
tu conoscevi la mano del diavolo.
E tu ci tenevi svegli coi tuoi denti di lupa.

Condividevamo la stessa notte
Ma diversi battiti cardiaci.
Chiamare mani dall'alto
Su cui appoggiarsi
Non sarebbe abbastanza,
Per me.
Chiamare mani dall'alto
Su cui appoggiarsi
Non sarebbe abbastanza.


Fonti:
wikipedia,
youtube,
testi canzoni.
Meloman

 
stampa articolo
Politica dei Cookie       -       Design & Animation: Filippo Vezzali - HTML & DB programming: Alain Franzoni