maggio 2019
RICORDIAMOCI: PREZZO FISSO
Quando torni da un viaggio aereo, ti accorgi che la vacanza stanca. Allora dici: prendiamo un taxi, arriviamo a casa prima, c’è il prezzo fisso. Sei a Malpensa, i taxi sono all’estremità del salone dell’aeroporto, ti fai 300 metri trascinando la valigia che pesa il doppio rispetto alla partenza.

Vai dal primo della fila, chiedi: carta di credito? No, provi dietro.
Dal secondo: carta di credito? No, provi quello dietro.
Dal terzo: carta di credito? No, provi quello dietro.
Dal quarto: carta di credito? No, provi quello dietro.
Dopo diciotto taxi che si rifiutano di caricarti, alcuni dopo averti chiesto dove vai, tu rispondi Milano, sei piuttosto alterato e cominci a rispondere “ma come è possibile?” uno dopo un’esitazione ti dice: va bè salite.

Anche se hai capito qual è il loro gioco, parli col tassista, dicendo che è incredibile che tanti tassisti si rifiutino.
“E’ che il prezzo è fisso, la banca ci prende tanti soldi, poi non conviene più, se guarda il tassametro, a casa sua saranno 110 € non i 90 fissati, è un problema che nessuno sa come risolvere, forse con le app di pagamento”-
Quando gli dici che a Parigi, il prezzo fisso dall’aeroporto a qualunque punto della città, pochi giorni per un’ora di viaggio ti è costato 35€, risponde che non sono certo 70 km di viaggio, non gli rispondi neppure che in media Malpensa – Milano sono 47 km. Nel frattempo, poiché non usa le app di navigazione, finisce in un ingorgo.

Tutta questa storia ha alla base il fatto che il pagamento con la carta di credito lascia un indelebile segno contabile, per forza i tassisti devono pagare le tasse su questi viaggi. Ricordatevi che fu il primo governo Berlusconi a togliere il valore fiscale al tassametro, serve come informazione al cliente e basta.
Quanta invidia provate per un mestiere che rende così tanto e non richiede anni di studi.

Giovani!!! Ma che tecnologia, i software, le startup, fate un bel debito e compratevi una licenza di taxi. Dalle ultime informazioni il prezzo è intorno ai 250.000 € e dicono che in 4 anni si ammortizzi il costo.

Buon 1° maggio.
Folco de Polzer

 
stampa articolo
Politica dei Cookie       -       Design & Animation: Filippo Vezzali - HTML & DB programming: Alain Franzoni