SARDEGNA, TRENTAMILA ETTARI DI TERRENO AGRICOLO INVASI DALLE CAVALLETTE. MINISTRO PATUANELLI: “MI IMPEGNO A VALUTARE LO STATO DI EMERGENZA”
[img1ce]
L’invasione delle cavallette voraci e distruttrici ha raggiunto numeri e rischia di mettere in seria difficoltà l’economia delle campagne sarde.
L’allarme era già stato lanciato tre anni fa, quando gli ettari di terra invasi erano soltanto duemila.
Ma il fenomeno ha continuato ad allargarsi e oggi l’occupazione degli insetti che distruggono i campi è arrivata a interessare ben trentamila ettari.
Ma non è finita: secondo le stime delle organizzazioni agricole (Coldiretti Nuoro-Ogliastra è una di queste) si arriverà presto a cinquantamila.
Il fenomeno, partito dalla piana di Ottana (in provincia di Nuoro), si è esteso nel Marghine, poi verso il Goceano (in provincia di Sassari) ed è arrivato nella zona di Ozieri e di Sedilo (in provincia di Oristano).
A spaventare le cavallette non basta nemmeno il traffico: hanno ricoperto anche la Statale 131 che attraversa l’isola.
Sui social sono migliaia le immagini di orti e terreni rasi al suolo nel giro di poche ore, ma anche video di esemplari che finiscono sul parabrezza delle auto in corsa.
Fonte: Il Fatto Quotidiano