L'UMAREL - 10: LE GUERRE
[img1ce]i preti dicono che peccare è umano ma perseverare è diabolico ma allora l’uomo, ma anche la donna, è proprio diabolico perché fa sempre le stesse cazzate, nello stesso modo, ma la cosa incredibile è che i veri diabolici che organizzano tutto, riescono a far credere quello che vogliono a noi poveri pirla; quante volte abbiamo sentito parlare delle “ragioni ideali” per fare la guerra, questo popolo ha offeso quel popolo, prima era mio, una lingua un popolo, ti faccio alcuni esempi Giovanni così riesco a spiegarmi, parto da Dionisio I tiranno di Siracusa che è andato all’attacco di Mozia che è vicino a Marsala nello Stagnone, per prenderli prigionieri e venderli come schiavi, tanto che diceva a suoi soldati “non uccideteli, mi servono”, poi ha usato il porto per i suoi traffici, nei secoli le conquiste erano fatte per incassare le tasse, pensa poi alla prima guerra mondiale, la grande guerra, messa in piedi dalla Germania dieci anni prima, tanto che dopo l’assassinio di Franz Ferdinand a Sarajevo, l’ambasciatore austriaco ha consegnato al governo serbo un ultimatum di 12 punti, la Serbia ne ha accettati dodici, ha cercato l’ambasciatore per dirglielo ma erano già partiti tutti, la guerra era già cominciata, quei fessi degli austriaci caduti nella rete tedesca che aveva le fabbriche d’armi, il bello è che gli industriali tedeschi avevano fabbriche d’armi anche negli USA, quindi hanno venduto armi a tutti e alla fine erano i più ricchi, poi per capire questi meccanismi basta guardare bene, appena è arrivata l’Isis dal nulla hanno fatto una sfilata di centinaia di pick-up Toyota con la mitragliatrice dietro che si capisce che sono costati milioni di dollari, ma chi glieli ha dati, adesso poi la Russia che fa il mazzo all’Ucraina che ha la sola colpa di aver violato gli accordi di Yalta, rompendo coi russi grazie ai 4 miliardi di dollari dati dall’associazione di McCain, ex candidato repubblicano alla presidenza degli USA, a noi sembra la guerra del gas, dell’energia ma i mercati sono sconvolti da altro, il maggior produttore mondiale di olio di girasole è la Russia, secondo è l’Ucraina e i prezzi del sostituto che è l’olio di palma sono impazziti, mancheranno anche i prodotti ammonici e i fertilizzanti che arrivano in grande parte dalla Russia, dovremo mettere da parte la nostra cacca per aiutare l’agricoltura, c’anche l’energia, lo shale-gas che costava 70 dollari a tirarlo fuori, adesso che è sopra i 100 dollari conviene e negli stati uniti è una corsa ad aumentare gli impianti e lo venderanno anche a noi, gli ultimi pirla, quelli che credono alle guerre per la libertà


Folco de Polzer